Provincia di Livorno/

Ore 16:30 Livorno

SICOMAR plus

Il progetto SICOMAR plus affronta la sfida della sicurezza della navigazione e della qualità dell’ambiente marino transfrontaliero.

Il progetto SICOMAR plus affronta la sfida della sicurezza della navigazione e della qualità dell’ambiente marino transfrontaliero. L’obiettivo generale del progetto è ridurre i rischi legati agli incidenti nella navigazione e le loro conseguenze sulla vita umana, i beni e l’ambiente. L’obiettivo viene perseguito creando un sistema coordinato di strumenti di governance, metodi innovativi di sorveglianza altamente tecnologici e nuovi servizi di sicurezza in mare utilizzando una pianificazione strategica condivisa.

Principali realizzazioni:

  • Piano di azione per la sicurezza della navigazione e il pilotaggio per rendere più sicuro l’attraversamento di aree marittime pericolose;
  • Sistema radar. In Toscana: si prevede installazione di due nuove antenne radar HF, una a sud dell’Isola d’Elba e una a Castiglione della Pescaia per  coprire un’ampia area marina nel Nord Tirreno compresa tra le isole del Giglio, Montecristo, Elba e la costa toscana. Tale area non era stata ancora coperta nella precedenti fasi di installazione dei radar HF. Con il nuovo sistema sarà possibile completare un disegno avviato nel 2012 in seguito agli incidenti avvenuti nel Mare di Toscana. Si prevede l’acquisto di radar di ampio range (70-90 km) e di risoluzione di 1-2 km. Inoltre è prevista a San Vincenzo l’installazione di un radar visibile anche dal porto, e, a Livorno, di un’antenna visibile all’Accademia Navale. Sono previste nuove installazioni a Talamone e a Castiglione della Pescaia. Nelle altre regioni è prevista la realizzazione della copertura transfrontaliera tra Sardegna e Corsica grazie all’acquisto di due antenne radar HF che saranno installate lungo la Costa Nord della Sardegna, e tra Liguria e la  PACA (Provenza-Alpi-Costa Azzurra) grazie all’acquisto di una nuova antenna radar HF che sarà installata nel Ponente ligure, e si interfaccerà con l’antenna di Nizza;
  • Sistemi integrati di previsione per la sicurezza della navigazione in tempo reale dello stato del mare e di supporto alla gestione delle emergenze;
  • Disegno, implementazione e messa a sistema di servizi per la sicurezza della navigazione: sistema di condivisione delle informazioni e per la sicurezza delle rotte; sistemi per l’attraversamento di aree pericolose, per l’accesso in sicurezza ai porti e per la risposta alle emergenze.

Il sistema radar creato sarà uno dei più grandi dell’area Mediterranea. Il progetto è iniziato da alcuni mesi.

 

Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020

Costo totale progetto: € 6.688.230,14

Contributo Pubblico: € 1.483.946