null Futura, la fabbrica intelligente

Provincia di Lucca/

Ore 15:30 Capannori

Futura SpA, la fabbrica intelligente. L'innovazione tecnologica per l'eccellenza nel cartario

Futura Spa è un'azienda che fa parte del Faper Group, una holding di produttori di macchinari dedicati alla produzione del tissue e di carta per usi igienici. Futura ha beneficiato di finanziamenti europei per la realizzazione di due importanti progetti

Futura Spa è un'azienda che fa parte del Faper Group, una holding di produttori di macchinari dedicati alla produzione del tissue e di carta per usi igienici. Futura ha beneficiato di finanziamenti europei per la realizzazione di due importanti progetti di innovazione nelle tecnologie cartarie ("SLAT CaT" e "Iride").

 

SLAT CaT

Il progetto SLAT CaT vuole raggiungere cinque obiettivi operativi:

  • Sviluppo di sistemi automatizzati per la tracciabilità di prodotto e la gestione del magazzino;
  • Sviluppo di sistemi automatizzati per la logistica di processo, al fine di garantire la movimentazione delle materie prime e dei prodotti finiti eliminando ogni rischio per gli operatori;
  • Sviluppo di sistemi automatizzati di manutenzione predittiva che, attraverso il monitoraggio dei parametri di processo e di prodotto, consentano di ottimizzare la gestione e la programmazione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria;
  • Sviluppo di soluzioni innovative che consentano lo svolgimento di operazioni (approvvigionamento e caricamento materia prima, set up di impianto, etc.) riducendo sensibilmente la necessità di interventi diretti da parte degli operatori;
  • Sviluppo di un sistema di gestione che, attraverso la completa supervisione delle varie componenti dell’impianto, sia in grado di gestire il funzionamento dell’intero processo produttivo.

La realizzazione di una fabbrica intelligente che, partendo dal magazzino della materia prima fino al magazzino del prodotto finito, sia in grado di garantire una gestione ottimizzata e automatizzata della produzione delle singole commesse/lotti produttivi rappresenta un importante fattore di attrattività per il mercato, con lo sviluppo di soluzioni impiantistiche in grado di garantire elevate produzioni orarie, continuità nella produzione e, soprattutto, adeguati livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro. I benefici derivanti dallo sviluppo del progetto SLAT CaT avranno impatto a livello globale sul settore Converting e sull’intera filiera cartaria Toscana. Inoltre lo sviluppo del progetto SLAT CaT avrà benefici anche nei mercati emergenti che potranno adeguare i loro impianti produttivi con le innovative tecnologie sviluppate nel presente progetto.

 

POR CreO FESR 2014-2020

Costo totale progetto: € 1.817.356,81

Contributo pubblico: € 454.339,20                                                                   

Quota Fondo: € 227.169,60

 

Progetto IRIDE

Il progetto IRIDE si pone l’obiettivo di rimuovere alcuni “colli di bottiglia” nei processi di automazione della filiera della carta tissue. Si prevede lo sviluppo di soluzioni avanzate di computer vision e video analytics, che consentiranno di monitorare le linee di converting e di ricavare nuove informazioni sul processo, funzionali all’autoregolazione dei parametri di ciascuna macchina ed all’automazione globale del processo produttivo. L’obiettivo è quello di portare l’automazione ad un livello superiore rispetto all'attuale.

Il progetto IRIDE punta a sviluppare nuove linee di tissue converting che si caratterizzano per un maggior grado di “intelligenza”, più elevata automazione, maggior produttività, maggior sicurezza e maggiore efficienza energetica. Alcune delle innovazioni sviluppate nell’ambito del presente progetto potranno in prospettiva essere trasferite ad altre fasi della filiera toscana del tissue, con conseguenti ulteriori ricadute positive a livello regionale.

 

POR CreO FESR 2014-2020

Costo totale progetto: € 2.715.256,14

Contributo pubblico: € 814.576,84   

Quota Fondo: € 407.288,42