Speciali Europa

Tour Europa in Toscana

Circa duecento Regioni europee hanno scelto di aprire un Ufficio di rappresentanza a Bruxelles. Un numero importante se si pensa che le Regioni europee sono circa trecento, ma modesto se si considerano gli 11mila Uffici di rappresentanza pubblici e soprattutto privati, che compaiono nel Registro di Trasparenza dell'UE istituito per rendere il processo decisionale europeo il più trasparente e aperto possibile.

I compiti degli uffici regionali dipendono molto dal livello di autonomia che la Regione ha all'interno del proprio contesto nazionale. Tutti, comunque, hanno un ruolo di rappresentanza e di lobby istituzionale.

Promuovendo gli interessi toscani in sede Ue, l'Ufficio di collegamento della Regione Toscana esiste dal 1999 e lavora a stretto contatto con la Presidenza, le Direzioni, le Autorità di gestione.

Favorisce l'attuazione delle politiche Ue, intercetta le opportunità offerte dall'Europa, sia strategiche che finanziarie, e facilita i rapporti con le Istituzioni Ue e le altre Regioni presenti a Bruxelles. La valorizzazione del territorio, la comunicazione degli organi politici durante le loro missioni e l'attività di pubbliche relazioni sono anche parte del suo lavoro.

In particolare, l'Ufficio di collegamento assiste gli organi politici nell'interfacciarsi con le complesse politiche e strategie europee; supporta l'Amministrazione regionale durante i complessi negoziati con la Commissione europea e con la Rappresentanza Permanente d'Italia presso l'Ue in tema di attuazione di fondi strutturali, aiuti di Stato, normativa sugli appalti ed eventuali procedure di infrazione; assicura una rapida individuazione di partner in caso di progetti europei, al sostegno alle PMI o di altre politiche di forte impatto territoriale; e contribuisce a valorizzare l'immagine della Toscana a Bruxelles interfacciandosi con tutto il territorio toscano, come gli attori socio-economici, le Università, le Camere di Commercio, le Associazioni di categoria, o altri soggetti regionali.

A livello di pura lobby istituzionale, l'Ufficio di collegamento, in sinergia con alcune Reti europee, lavora per influenzare il futuro delle politiche dell'Ue a favore di azioni legate al mondo toscano. La produzione di prodotti di qualità, i marchi DOP e IGP, la tutela del Made in, la salvaguardia di settori chiave per il territorio toscano – come ad esempio la siderurgia – la tutela delle coste, lo sviluppo delle Autostrade del mare e delle aree portuali, le politiche a favore del turismo, delle PMI, di una agricoltura sostenibile, la lotta alla disoccupazione giovanile e ai cambiamenti climatici sono tutti ambiti su cui la Toscana sollecita costantemente l'Unione europea.

Infine, l'Ufficio di Bruxelles, concede la possibilità - ad attori socio-economici, reti, università - di istituire una propria sede di rappresentanza per promuovere e sviluppare sinergie con gli altri partner presenti a Bruxelles.